Care colleghe e cari colleghi,

nel momento in cui lascio la presidenza della SIPA, dopo due mandati, voglio esprimere tutta la mia soddisfazione per il successo del congresso di Torino e il mio ringraziamento a Secondo Fassino e a Giovanni Abbate Daga per il loro lavoro. Mi conforta la consapevolezza di lasciare la presidenza di una Società in crescita, con una larga partecipazione di giovani: il loro apporto è stato particolarmente valorizzato, anche attraverso il ricambio generazionale nell’ambito del consiglio direttivo.

In questi anni la SIPA ha conseguito importanti obbiettivi: l’affiliazione alla Società Italiana di Psichiatria, la “Sisterhood” con l’Academy of Eating Disorders e l’iscrizione all’elenco delle società scientifiche riconosciute dal Ministero della Salute, dotandosi di un nuovo statuto. La Società inoltre ha partecipato alla stesura dei più recenti documenti pubblicati dal Ministero della Salute in materia di disturbi dell’alimentazione e a molti congressi nazionali e internazionali. 

Sono certo che il nuovo Presidente con cui ho pienamente collaborato in questi anni e il nuovo consiglio direttivo sapranno dare ulteriore impulso e sviluppo alla nostra Società, sia dal punto di vista scientifico, sia nell’impegno di contribuire a migliorare nel nostro Paese la cura e l’assistenza alle persone che soffrono di disturbi dell’alimentazione.

Un caro saluto a tutti

Paolo Santonastaso